Appunti sul viaggio in Argentina

 

   Dal 7 al 17  novembre  2001 mi sono recato a Buenos Aires nel Comune di Esteban Echeverria, ospite della Parrocchia La Annunciacion a Luis Guillon, dove c'č una cospicua presenza di arbėresh provenienti da Firmo. Sono stato ospite della Comunitą dei due Padri dell'Immacolata, P.Roberto Cancian, parroco e P.Mario Quadracci, Superiore della Casa, i quali, assieme a un discreto numero di paesani di Firmo e di Lungro, mi attesero all'areoporto e  mi accompagnarono subito nella zona della nuova Chiesa costruita su terreno donato dal Sindaco Gropi all'Eparchia di Lungro. Essa si trova nella estremitą del Comune, in una zona molto povera, dove ancora non tutte le strade sono asfaltate, subito dopo la porta della Chiesa. Si tratta di un quartiere di immigrati latino-americani, che abitano casupole a piano terra e addirittura baracche.  La maggior parte di loro proviene dalla Bolivia. La chiesa parrocchiale dista tre chilometri dalla nuova chiesa, intitolata a S.Giorgio Megalomartire. Essa č preceduta da un portico (esonartece) č ad una navata,  ed č affiancata da tre cappelle laterali e da una sagrestia, con bagno. Altri due servizi hanno l'ingresso all'esterno. C'č l'iconostasi in muratura con le quattro icone, l'altare con la stavrosis e i due altarini laterali. Le icone sono state dipinte dal maestro Josif Droboniku, mentre la suppellettile degli altari č stata cucita dalle Suore Basiliane di Grottaferrata. La Chiesa č dotata di 150 sedie e di due banchi ed č completata in tutte le rifiniture. Ora si tratta di poter costruire, nel terreno posteriore, un salone e l'alloggio per il custode e per il clero. Attualmente si celebra in rito romano una Messa al mese, mentre nelle altre domeniche un diacono permanente, sempre di rito romano, celebra la liturgia della Parola e la distribuzione dell'Eucaristia. Dal 6 gennaio 2001 un sacerdote dell'Eparchia ucraina di Buenos Aires inizierą a celebrare una S. Liturgia, in lingua spagnola, una volta al mese, con la benedizione del suo vescovo, e l'assistenza delle suore ucraine, che hanno una casa vicino alla nuova chiesa.

     Domenica 11 novembre alle ore 10, ho iniziato l'akoluthia della consacrazione della nuova chiesa in lingua spagnola, avendo mandato prima il testo, che era stato tradotto e distribuito. Anche la S. Liturgia veniva cantata in spagnolo, mentre il coro, formato da Giuseppe Parapugna di Frascineto e da fedeli di Frascineto, di Firmo,  di Lungro e di S. Benedetto Ullano cantava in greco. Nove anni prima avevo presieduto la festa dei fedeli di Firmo, i quali in quella data festeggiarono la loro patrona, Santa Maria Assunta, nella Chiesa parrocchiale dell'Annunciazione. Quest'anno la festa č stata celebrata nella nuova Chiesa, abbinandola alla Consacrazione della Chiesa, dove hanno portato l'effige dell'Assunta, nell'apposita cappella, fatta costruire dal Signor Pietro Longo di Firmo, poco prima della sua morte. Subito dopo la Liturgia, si č svolta la processione, con banda ed  anche con donne vestite in costume albanese.  Quindi, dopo le quattro ore, trascorse in preghiera, ci siamo tutti recati nei locali della Parrocchia, dove, in quattrocento, abbiamo consumato il pranzo. Le ore trascorse insieme fino a sera mi hanno permesso di avvicinare tutti i convenuti e di portare loro i saluti dai nostri paesi e ricevere, anche registrati, i saluti da loro inviati a congiunti ed amici. Essi provenivano, oltre che dai paesi gią sopra nominati, anche da Acquaformosa, S. Demetrio Corone,  Cerzeto,   S. Martino di Finita, ecc. Il Sindaco Gropi, con la gentile consorte, hanno partecipato alla festa. Nei giorni seguenti c'č stato anche l'incontro ufficiale nel Comune, dove il Vescovo di Lungro č stato dichiarato dalla Giunta ospite d'onore.

   Il giorno 13 novembre mi sono incontrato con l'attuale Commissione che ha terminato i lavori della Chiesa di S. Giorgio, costruita su terreno donato  all'Eparchia di Lungro, tramite l'Associazione Firmo, dal Comune di Esteban Echeverria.

   Il 15 successivo sono stato ospite della Conferenza Episcopale Argentina riunita a San Miguel, per incontrare il Presidente e il Vicepresidente dei Vescovi Argentini, nonchč per rivedere alcuni Vescovi di mia conoscenza.

     La sera dello stesso giorno c'č stato l'incontro con l'Associazione Frascineto nella propria sede, completamente ammodernata, al centro di Buenos Aires,  ammodernata, dove ho venerato la statua di Santa Maria Assunta, che riproduce in formato minore quella del paese di origine.

    Analoga manifestazione di amicizia č avvenuta il giorno dopo nella sede dell'Associazione di S. Benedetto Ullano, anch'essa nella cittą di Buenos Aires, dove ho pregato davanti alla statua della Madonna del Buon Consiglio, che riproduce in formato minore quella del paese natio da cui provengono i componenti l'Associazione.

   

                                                          + Ercole Lupinacci, Vescovo